Normanna Albertini

CHI SONO

Nata a Canossa nel 1956, è stata un’insegnante di lingua italiana agli stranieri e ora è in pensione. Collabora da anni con il periodico “Tuttomontagna”. Ha pubblicato i romanzi “Shemal” , “Isabella”,“Pietro dei colori” e il saggio “Pietro da Talada – Un pittore del Quattrocento in Garfagnana”. Un suo saggio è nel testo universitario “Fuori dal silenzio. Volti e pensieri dei figli dell’immigrazione”. Nel 2012 ha pubblicato “Sulle spalle delle donne – Memorie di una bambina di campagna” e un saggio storico nel “Compendio della vita di San Pellegrino”. Nel 2014 ha scritto nella raccolta di racconti a più mani “Nove galline e un gallo” e ha pubblicato il libro di racconti “Il sapere piccolo”. Partecipa anche ai “Racconti emiliani”. A gennaio 2015, con il romanzo “Come spicchio di melagrana” ha vinto il premio nazionale “Silvio D’Arzo”. Nel 2016 con Tra le righe è uscita con la nuova edizione del romanzo “Pietro dei colori”e un suo saggio è nel libro “Guida alla saggezza”. Nel 2017, per Tralerighe, è uscita la sua terza raccolta di racconti “Se le donne abbassassero le braccia il cielo cadrebbe” con prefazione di Giuliana Sgrena.

Qui potete trovare i suoi libri: https://www.ibs.it/libri/autori/Normanna%20Albertini


LE MIE RUBRICHE

RICATTARE UN SANTO IN MANCANZA DI NEMBO KID