Archive

In a sentimental mood di Maria Elena Poggi

Aveva trovato casa nello stesso barrio dove viveva il suo bersaglio. Era stato facile, nonostante lo scarso preavviso: la crisi economica aveva colpito duramente anche Barcellona. Il suo settore, invece, non aveva subito contraccolpi di sorta: operava in un ramo che non conosceva congiuntura. Parlando di se stesso, amava definirsi un contoterzista ...

Light-life di Maria Elena Poggi

In the name of boredom, an angel goes through hell Leonardo Cassi La linea blu sul monitor è continua e io sono ancora vivo. Almeno fino al prossimo check-up. Ho la bocca impastata. Mi passo la lingua sui denti: sono ruvidi. “È la demineralizzazione, bellezza”, penso. E aggiungo: “Per fortuna non devo baciare nessuno”. La mia risata ha ...

Corde di Maria Elena Poggi

La canapa scorre, scabra. Il tuo è il gesto lento di chi sa come fare. Hai delle belle mani, non te l’ho detto. Non c’è stato tempo, prima. «Ora bendami.» «Gli ordini li impartisco io, hai dimenticato?» «Scusatemi, Signore.» La benda è seta sui miei occhi. Sono cieca: fuori dal blu, amplifico ogni percezione. La prima corda è ...

La vedova nera di Maria Elena Poggi

Partendo dalla suggestione del film Rashomon di Akira Kurosawa abbiamo preso una fotografia scattata da Viviana Gabrini e alcuni  Sviaggiatori hanno raccontato una storia interpretando l’immagine a modo proprio. Il risultato è sorprendente. Perché ogni cosa è vista con i propri occhi e ciascuno di noi ha una sua narrazione della ...

Magali di Maria Elena Poggi

Lei si chiamava Magali, ma non lo sapeva. Sorda dalla nascita, per nome aveva un fremito lieve nell'aria quando la sorella maggiore la prendeva fra le braccia per coccolarla o un mugghio di tramontana fra le labbra di sua madre, che di quella figlia difettosa avrebbe fatto a meno. Ultima di sette ...

Dojna di Maria Elena Poggi

Le stazioni ferroviarie sono microcosmi, si sa. Passaggi obbligati, crocevia di rette che si intersecano per un attimo o forse più, prima di continuare la propria corsa. La donna mora ogni giorno siede ai piedi del tabellone degli arrivi e delle partenze, che ormai nessuno consulta più. Ha una bellezza esile che tenta ...

Colour O’Shade [2] di Maria Elena Poggi e Strips&Trips

DAL TRAMONTO ALL'ALBA* Marco Sono nato alle 18.03 di oggi. Questo è il mio battesimo. Le gocce di pioggia cadono nella pozzanghera e generano piccoli cerchi concentrici. Alcuni si infrangono contro i sassi che affiorano appena. È uno spettacolo ipnotico che afferra i pensieri che si agitano nella mia mente e li dissolve nel nulla ...

Maremoti [16] di Maria Elena Poggi

©Ph. Maria Elena Poggi FIL-ROUGE   Da fuori arriva un brusio, come di sciame incollerito. Fra un poco si calmerà, lento, e ci smarriremo dentro a un buio equanime. Noi, con il cuore che pulsa rapido. Il respiro corto. L'adrenalina che fa tremare le mani, tese. La lingua che arriccia una silenziosa litania, incessante. Parole che, generate nell'azoto ...

Maremoti [15] di Maria Elena Poggi

© ph. M.E.Poggi NODI NELLA RETE Chissà se ti capita mai di pensare a quella  cena all'Antico Mulino. Quella sera c'eravamo tutti; noi: gli s-conosciuti del web. Io la ricordo come se fosse ora. B., la mia migliore amica, mi ha appena lasciato sulla soglia del ristorante con un misto di apprensione e invidia; ...

Maremoti [14] di Maria Elena Poggi

© Illustrazione by Strips&Trips E il tuo viso che mi manca non mi fa paura Parigi (o cara) Roberto Vecchioni STELLE CHIUSE IN UNA MANO Perdonami: ho dimenticato il tuo nome. Il tempo scorre  e ogni giorno erode nuovi piccoli brandelli della vita che è stata. La mia memoria, un tempo il mio miglior vanto, ora ...
Rubriche
Instagram
Instagram has returned invalid data.
Seguici