Archive

Light-life di Maria Elena Poggi

In the name of boredom, an angel goes through hell Leonardo Cassi La linea blu sul monitor è continua e io sono ancora vivo. Almeno fino al prossimo check-up. Ho la bocca impastata. Mi passo la lingua sui denti: sono ruvidi. “È la demineralizzazione, bellezza”, penso. E aggiungo: “Per fortuna non devo baciare nessuno”. La mia risata ha ...

Apriti un campo di Francesca Rossetti

Mostragli il tuo ultimo servizio di pianti e chiudi la porta. Apriti un campo. Stendi i danni su fili d'erba e lasciali ai morsi di lumaca. Rassegnati all'astio dei pioppi, ci sono rami che abbracciano solo te. Coltivane l'amicizia. Invaghisciti della sapidità dei legni: non c'è fragranza d'uomo che ispiri tanta grandezza. Cospargiti di vènti febbrili, quelli saggi e scatenati di febbraio, che spurgano il buon senso dal vizio. Sbrina gli occhi al cielo e portati alla bocca il riflesso di te rinata. ©Francesca ...

Lei di Maddalena Filippi

Sono nata figlia insofferente di una madre votata ai maschi. Terza di dieci fratelli, ho sempre adorato mio padre. Il fatto di essere nata donna mi ha permesso di rapire il suo cuore e guadagnare un posto speciale, però mi ha vietato di accedere al lavoro in azienda, riservato agli ...

Equilibri di Barbara Garlaschelli

Il primo coltello tagliò l’aria e si conficcò a un millimetro dal fianco. L’unico rumore che si percepiva era il respiro delle persone e pareva sospendersi quando l’uomo lanciava. Gli occhi di tutti seguivano la traiettoria tracciata dall'acciaio scintillante fermandosi sul corpo della donna. Corpo statuario e viso dalla pelle diafana. Capelli ...

Blues di Francesca Rossetti

Avanza solenne la scia dell'alba. È un blues mattutino nello sterno di entusiasmi appena destati. Un flutto assonnato di logiche danzanti. Nell'altra stanza è un rivolo di mielina involato dal neurone lo stucco d'alba alla parete. Un'esalazione del lume della ragione. L'alba di un'impotenza. ©Francesca Rossetti, 2020 ©Foto Sandra Giammarruto    

Dimmi che è vero, quello che non ho mai visto di Ygor Varieschi

Il padre guardò davanti a sé. Alberi d’acero dalle foglie verdi incorniciavano uno spiazzo erboso puntellato di gardenie, di orchidee dalle venature simmetriche, di rose rosse avvolte attorno a un cancello di ferro. Piccole macchie volanti – farfalle dalle ali blu e viola – danzavano tra i fiori accarezzati da ...

1938 di Raffaello Baldini [Parafrarsi 1] di Anna Martinenghi

“La maestra di Sant’Ermete delle volte, il pomeriggio si chiude in camera e accende una Giubek Non fuma. Sdraiata sul letto la guarda consumarsi. Le piace l’odore. Delle volte le viene da piangere” Raffaello Baldini – Piccola antologia in lingua italiana *** Per tutti era solo “la maestra”. Non c’era famiglia a Sant’Ermete che non avesse avuto a che fare ...

Lei, mia madre di Barbara Garlaschelli

«Ingegner Damici! L’abbiamo cercata dappertutto! Continuava a chiedere di lei. Non sapevamo più cosa fare per tranquilizzarla. Il dottore è stato costretto a somministrarle dei calmanti» mi dice l’infermiera appena entro nella stanza. Poi si alza e mi lascia solo con lei. Mi siedo accanto al letto e le sfioro una ...
Rubriche
Instagram
Instagram did not return a 200.
Seguici