Archive

Il magico Zoltan di Alessandro Morbidelli

Partendo dalla suggestione del film Rashomon di Akira Kurosawa abbiamo preso una fotografia scattata da Viviana Gabrini e alcuni  Sviaggiatori hanno raccontato una storia interpretando l’immagine a modo proprio. Il risultato è sorprendente. Perché ogni cosa è vista con i propri occhi e ciascuno di noi ha una sua narrazione della ...

Andata e ritorno di Francesca Rossetti

Andata e ritorno Pessimo lancio. Così il foglio ripiegato più volte su se stesso non atterra come speravo sopra il banco della compagna, ma ruzzola poco distante dai suoi piedi. Tossisco. Perché il rumore impercettibile della carta che tocca terra può ampliarsi in un rimbombo se nell'aula regna il silenzio ed ...

Hikikomori di Robera Fava

Giro per casa solo quando non c’è nessuno. Mio padre sa tenere le distanze, invece da mia madre devo stare alla larga. So che potrebbe prendermi alle spalle e stringermi. Non sopporterei le sue mani. Uscirò di casa solo quando avrò la certezza che agli esseri umani sono cadute le mani, così, ...

Tempus fugit di Gabriele Zancervelli

La notte del 14 marzo 1939, in un appartamento della Zaltnergasse di Praga, Helena Jaroslavski sognò di esibirsi al circo. Era entrata in pista avvolta in un lungo mantello ricoperto da scintillanti lustrini. Sapeva che avrebbe dovuto aprirlo con grazia, farlo ruotare,  lanciarlo dietro le spalle e mostrare l’ aderente leotard. Ebbe ...

Magali di Maria Elena Poggi

Lei si chiamava Magali, ma non lo sapeva. Sorda dalla nascita, per nome aveva un fremito lieve nell'aria quando la sorella maggiore la prendeva fra le braccia per coccolarla o un mugghio di tramontana fra le labbra di sua madre, che di quella figlia difettosa avrebbe fatto a meno. Ultima di sette ...

Pepe nero di Antonella Zanca

Dai viaggi si torna con un po’ di tutto. Dai viaggi torno con quel cibo che credo di non trovare sotto casa. Ci sono, nella mia dispensa, spezie, buste di minestre liofilizzate, ogni tipo di marmellata, di miele, di salse. Bustine di tè e di tisane. E ancora sottaceti e sott’olii. ...

Le linee dell’Arca di Francesca Rossetti

"Facciamo entrare le pecorelle nell'arca": era il nostro gioco. Allora lei allungava le braccia sopra il tavolo della cucina e mi lasciava le sue mani. Io gliele prendevo, unendole i mignoli. Gliele aprivo bene, anche se come le volevo io non ci stavano mai, perché le dita tendevano sempre a ...

Irreparabile di Ygor Varieschi

Lei si alza. Va in bagno. «Ci metto un minuto», dice. Ha lo sguardo basso, sfugge come acqua che si ritrae. Una bambina ferita che rifluisce in se stessa, un’onda che ha osato ingrossarsi una volta e ora invece vorrebbe solo sparire. Lui la guarda appena mentre si volta e si allontana, ...

Le perle di Anna Martinenghi

a Francesca Scania è l’ultima parola che ricordo. Il resto non è più. «Se almeno avesse avuto la cintura...» hanno detto i vigili del fuoco. «Sembra un puzzle...» ha detto uno degli infermieri, mentre raccoglieva i miei pezzi. «Una gran carambola» hanno detto i carabinieri, «...salto, sponda e buca col botto». Non avrei mai pensato ...
Rubriche
Instagram
Instagram has returned invalid data.
Seguici