Palermo è un pesce morto [4] di Alessandro Angeli

4.

Anche la poetessa abitava qui. Nonostante con le parole avesse cercato di snidare l’oltre, si era arresa al richiamo dei quartieri scomparsi. Una volta sopra una bancarella avevo trovato un suo libro, lo avevo comprato e letto: le sue poesie parlavano della terra e del mare, parlavano di uno sconfinamento. Il giorno che andai a consegnarle l’elenco in Italia era ora di cena. C’era ancora l’estate e la scia di un aereo lambiva le case. Un anziano era fermo all’imbocco della strada e guardava le macchine passare. Sembrava fosse sul punto di partire e invece restava fermo, gli occhi lontani, sulla linea di un dare precedenza infinito. Poco più avanti, addossata agli sgabuzzini, c’era sua moglie, seduta su una seggiola di vimini. Le chiesi dov’era la via che stavo cercando: «Sta là dritta» disse con un tremito «se non la trova chieda a mio marito, è quello là».

«Grazie» dissi e mi allontanai ingoiato dall’onda d’asfalto. Quando arrivai nel porticato della poetessa, altri anziani si godevano taciturni il fresco. Suonai e una vocina chiese: «Chi è?» La poetessa minuta, esitante, mostrò per tre quarti il viso dietro lo stipite. Estrassi l’elenco del telefono dalla borsa e annuì. Avrei voluto dirle che avevo letto le sue poesie e chiederle perché si fosse arresa, perché avesse smesso di cercare. Poi mi venne in mente che forse quest’oltre di cui parlo nemmeno esiste, è soltanto un’idea come tante, uno strato di panna montata che si posa sul cuore di chi è giovane come me, sciogliendosi presto rimane la vita brutale, e nient’altro. Mentre lasciavo i quartieri scomparsi immaginai la scena di un film. Io e la poetessa viaggiavamo in macchina per le strade della Sicilia; io tenevo la barba lunga e lo sguardo acceso da una rabbia febbrile, mentre lei indossava degli occhiali dalla montatura colorata, sopra le lenti due piccoli ali d’uccello, aveva un sorriso strafottente sulle labbra e guardava fisso davanti a sé senza distrarsi mai.

All’epoca pensavo ancora che la mia vita avesse la forza del mare. Mangiavo a fatica: due pesche, un’albicocca. Un giorno di scirocco con le onde grosse e scure decisi di misurare la sua forza. Mi tuffai sui cavalloni; riemergevo solo quando non ce la facevo più e rischiavo di annegare. Era un giorno dei tanti, non era successo niente fino allora, i bagnini commentavano i culi delle donne che passavano sulla battigia. Intanto il vento increspava l’acqua e le onde montavano. Mi ci tuffavo in mezzo senza prendere fiato, quando all’improvviso vidi una turista entrare in acqua. Aveva capelli castani e la pelle biancastra, era alta, camminò fino a che fummo vicini, solo allora mi accorsi che portava l’apparecchio ai denti. Si tuffava e riemergeva lentamente come me. Mi lasciavo trasportare dalla marea, speravo che mi portasse da lei. Anche la ragazza sembrava abbandonarsi alla forza del mare. Riemersi un’ultima volta con il gonfiore che riempiva il costume, lei mi guardò con la coda dell’occhio e si tuffò un’ultima volta. Quando riemerse si allontanò trottando sulla secca verso la riva. Mentre mi asciugavo la vidi sotto l’ombrellone che mi guardava e con la spazzola allisciava i capelli.

© Alessandro Angeli, 2018

Rubriche
Instagram
  • #sexanddisabledpeople #lesson tour (only #lessons)
Scritto da @barbaragarlaschelli letto da @vivianagabrini su #sdiario 
Illustrazione di @sabrinalupacchini
.
.
.
#barbaragarlaschelli #vivianagabrini #audiolessons #sexanddisability #tabu #sessoedisabilitá #disabilità #sessualità #scrittrice #ridere #sitoweb #sabrinalupacchini #sa7art #illustration
  • Capitolo 11 del #romanzoapuntate #palermoèunpescemorto di #alessandroangeli su #sdiario .
.
.
#scrittore #laballatadiwoodyguthrie #palermo
  • Primo #racconto
Di #mappesullapelle di: #nicolettavallorani è #angelacarter (#scrittrice .
"L’idea è che Cappuccetto Rosso imbracci il fucile. Che il suo coltello sia affilato, e le sue gambe veloci. L’idea è che la bambina dei boschi del nord, l’orfana nel cui ventre l’orologio della luna ha appena battuto il suo primo rintocco, la piccola dalle gambe lunghe e dal viso affilato si armi e sappia come difendersi". https://sdiario.com/camere-di-sangue-di-nicoletta-vallorani/
.
.
.
#sdiario #sviaggiatrici #scrittriceamericana #storia
  • Su #sdiario l'esordio della nuova #sviaggiatrice 
Un #audioracconto letto da @barbaragarlaschelli .
Una #scrittura che lascia il segno.
.
.
.
#francescarossetti #barbaragarlaschelli #scrittrice #parole #stories #storie #raccontiitaliani #raccontobreve #sitoweb #mani #hands
  • @robertalepri su #sdiario con un suo racconto. Dolcissimo e #gotico .
.
.
#robertalepri #raccontiitaliani #raccontobreve #scrittrice #sviaggiatrici #parole #sitoweb
  • Torna @gerbellapaolo con un nuovo album: La Regina. Un lavoro importante nel quale parole e note raccontano una storia dimenticata che ci appartiene. Una storia di libertà e dignità.
Leggete com'è nato e ascoltatelo, comperatelo, regalatelo.

Oggi su #sdiario
.
.
.
#paologerbella #parolenote #cantautore #music #musica #conceptalbum #laregina #storia #songs #sing #play #sitoweb
  • Sex & disabled people (only lessons). Lesson three di @barbaragarlaschelli letta da @vivianagabrini 
Su #sdiario 
illustrazione di @sabrinalupacchini
.
.
.
#sexanddisabledpeople #sessoedisabilitá #sessoeamore #lessons #sexanddisability #audioracconti #ridere #amare #barbaragarlaschelli #vivianagabrini #sabrinalupacchini #sitoweb #divertisment #scritturacomica #scrittriciitaliane
  • Un piccolo grande libro introvabile "Mappa sulla pelle". Una raccolta di racconti a cui avevano aderito con generosità alcune tra le più importanti scrittrici italiane: da  Maria Rosa Cutrufelli a Nicoletta Vallorani, da Simona Vinci a Carmen Covito e molte altre che vi invito a scoprire seguendo ogni sabato la pubblicazione di un racconto del libro.
Il progetto nasceva da Tessere Trame che dirigeva una collana nella piccola casa editrice Ed.It.

Da oggi cominciamo.
Sdiario vi regala un libro che non dimenticherete.

Buona lettura.
.
.
.
#mappesullapelle #scrittriciitaliane #barbaragarlaschelli #simonavinci #mariarosacutrufelli #elenavarvello #oliviacorio #nicolettavallorani #chiccagagliardo #donatelladiamanti #danielalosini #carmencovito #raccontiitaliani #sdiario
Seguici