Archive

Broken di Ygor Varieschi

All’inizio non parlavi mai. Eri arrivata in un giorno che stava diventando sera, nell’ora che i francesi chiamano ‘tra il cane e il lupo’. Sembravi un pulcino bagnato, benché tu avessi già passato l’età in cui si è usciti dal guscio, però i tuoi occhi ardevano, sotto la pioggia e gli ...

Magali di Maria Elena Poggi

Lei si chiamava Magali, ma non lo sapeva. Sorda dalla nascita, per nome aveva un fremito lieve nell'aria quando la sorella maggiore la prendeva fra le braccia per coccolarla o un mugghio di tramontana fra le labbra di sua madre, che di quella figlia difettosa avrebbe fatto a meno. Ultima di sette ...

Irreparabile di Ygor Varieschi

Lei si alza. Va in bagno. «Ci metto un minuto», dice. Ha lo sguardo basso, sfugge come acqua che si ritrae. Una bambina ferita che rifluisce in se stessa, un’onda che ha osato ingrossarsi una volta e ora invece vorrebbe solo sparire. Lui la guarda appena mentre si volta e si allontana, ...

Coin operated boy di Viviana Gabrini

Ragazzo a gettoni seduto sulla mensola proprio come un giocattolo ma lo accendo e prende vita gioia automatica è per questo che voglio un ragazzo a gettoni. Silenziosa, scivolo fuori dal letto: i piedi appoggiano sulla moquette rossa e non fanno rumore. Le lenzuola, bianche, odorano di ammorbidente alla lavanda e di Mademoiselle Coco Chanel. Raccolgo ...

Cosa s’guardi di Anna Martinenghi

  Mi dipingerò degli sguardi raccogliendoli da ogni dove il conforto dei luoghi da chiamare casa le strade che t’hanno visto bambino e s’illuminano la sera il colore di foglie e di tramonti sempre uguali sempre diversi lo scorrere del fiume che ci porta via il mare che ci ritorna dove siamo nati le desolazioni irrimediabili a scalcinare la memoria Mi nutrirò di come non mi hai mai guardato facendomi ...

La casa di S. di Maddalena Filippi

©Foto di Maddalena Filippi Quando nel quartiere, tempo prima, si era sparsa la voce che la bella villa solitaria e chiusa da tempo era stata acquistata da un personaggio importante subito si erano levate le prime proteste: è una zona così tranquilla, chissà ora che cosa succederà, proprio qui doveva ...

Correre [Palylist] di Alessandro Morbidelli

L'uomo scivola sull'erba, piegando i piedi e le ginocchia. Il suo atterraggio è lieve, la scarpata non è ripida. Una bionda coda di cavallo dietro le fronde danza ora a destra, ora a sinistra. Il movimento è sempre uguale, figlio della costanza e del respiro. Non sarà facile raggiungerla. Oltre all'oro ...
Rubriche
Instagram
Instagram has returned invalid data.
Seguici