ARCHIVIO

Mustafà di Viviana Gabrini

Il fischio del treno arriva da lontano e taglia l'aria gelida di questo novembre che sembra non finire mai. Fa freddo, ma io non sento né le mani intirizzite né la punta del naso ghiacciata: la mia fame di avventura è più forte di tutto, anche delle urla di mamma ...

Bernardo di Maximiliano Cimatti

Lo zolfo? Credo di avere più zolfo che sangue nelle vene, fa parte di me come queste mani. Se a tutti gli altri ha bruciato i polmoni, a me m’ha protetto fin dall’inizio. Sono nato nel settembre del ‘31 in un bugigattolo davanti alla miniera di Cabernardi, coi camini che ...

Si accade sempre di Elena Mearini

Si accade sempre, Prima o poi, Basta mettersi in fila E attendere il proprio turno E’ un tempo di lunghe file, questo. Supermercati, ospedali, farmacie, ogni ingresso include l’attesa in coda, con gli occhi rivolti alla schiena dell’altro che ci sta davanti. Lui che entrerà prima di noi, perché è uscito di casa con ...

Tutto tranne il piacere di Ismete Selmanaj Leba

L’indomani sarebbe andata in sposa a Drin. Era l’ultima notte che passava a casa dei suoi genitori. Si sentiva stanca; per l’intera giornata era stata in piedi con il vestito bianco osservando un portamento nuziale, tipico tradizionale. Tolse il vestito che i suoi genitori avevano preso in affitto da una ...

L’abbraccio di Davide Morresi

Eccole. Le mani. Aperte, con le dita tese. I polpastrelli come ciliegie. Le falangi come ramoscelli. Mani aperte. Con linee nette e definite. Mi sembra assurdo che non le abbia mai notate finora. Quella del cuore pulsa, la vedo danzare, ballerina di epidermide. Quella della testa sembra stanca, alla ricerca di uno spazio nuovo, ...

Rain fall down di Roberta Fava

And the rain fell down, On the cold grey town... Non riesco a togliermi dalla testa questa canzone. Mi ha raggiunto alle spalle e mi ha stretto i fianchi. «And we made sweet love... and we made sweet love... » mi ha sussurrato all’orecchio. Un brivido improvviso sulla schiena, un’ondata di desiderio si è impossessata ...

King di Maddalena Filippi

Sono nato fortunato, nonostante fosse venerdì 13. Mia madre ha sempre detto che non credeva alla superstizione, ma le mie tutine avevano un piccolo cornetto rosso ricamato in un angolo; perché fosse di buon auspicio mi ha messo un nome importante, ma io non ho mai avuto bisogno di questi ...

Storie per rimanere vivi di Katia Colica

Due passi e un salto lungo. Carezza a Micky. Tre passi a gambero. Tabellina del quattro. Mamma che piange, mamma che ride, che racconta di me a nonna per telefono. A me piace stare in casa, a lei non tanto. Dice che non è per la ricrescita, la spesa che manca o ...
Rubriche
Instagram
Instagram has returned invalid data.
Seguici