ARCHIVIO

Soprappensiero di Anna Martinenghi

Non so fare la valigia. Viaggiare è una delle cose che amo di più, ma non ho mai imparato cosa portarmi dietro. Se dovessi farla per Elena, non sbaglierei un colpo: il tubino nero, un paio di scarpe spavalde di quelle su cui lei vola, un altro paio – stavolta ...

Sonata per pianoforte n. 14 in Do diesis minore di Sonia Sacrato

Ho smesso da tempo di chiedermelo. Chiedermi che sarà di me.Di fatto: quale destino potrebbe avere un pianoforte muto, se non diventare legno da ardere. O lo scrigno inespugnabile di un nido di vespe. Il vento, in una delle sue garbate visite, mi ha ricordato che la primavera che incombe. La stagione peggiore.Con essa ...

Nutshell di Alessandro Morbidelli

Ci sono giornate come questa, in cui la luce del sole esce improvvisa e spacca l’asfalto bagnato con un riflesso che è al tempo stesso pace e tempesta.È una benedizione, non pare anche a te?Pure se fa freddo, senti di far parte di qualcosa di più grande, che solo per ...

Educazione siberiana di Roberta Lepri

Il ventisei marzo lei gli aveva chiesto amicizia su Facebook e lui l’aveva accettata. Subito dopo, lo aveva agganciato scrivendogli su Messenger, complimentandosi per gli articoli che lui pubblicava sul più importante quotidiano della loro città. Sembrava conoscerli a memoria. Astuta, aveva pensato Dante, che era un single di lungo ...

Lev Tolstoj, nuotatore di Valentina Fortichiari

Al dodicesimo Congresso medico mondiale del 1897, che si teneva nel Gran Teatro di Mosca, erano affluiti da ogni parte oltre settemila relatori di fama. Fra questi, lo psichiatra italiano Enrico Morselli, e Cesare Lombroso che vi aveva seguito, all’inizio, un simposio di anatomia e di antropologia, e per la ...

Kàukokaipuu di Euro Carello

Le ultime strisce di notte si sfarinano lente sopra i tetti, un sole guardingo fa capolino tra i comignoli della casa di fronte, ma l’aria è umida e gelata, si infila sotto il pigiama e mi raffredda la schiena.Il cuore è già freddo di suo.Piegato in avanti, i gomiti puntati ...

Eterno incipit di Maria Elena Poggi

Prima voce L’alba aveva di nuovo sorpreso Sanya in un letto che non le apparteneva.La ragazza aprì gli occhi, di malavoglia. La stanza aveva un arredo monacale: il letto era poco più di un pagliericcio e a coprirla dal freddo pungente c’era solo una coperta di lana grossa.Nell’aria ristagnava uno sgradevole ...

La giornata riuscita di Giovanni Pannacci

Questi sono giorni che mi sperdo nelle pieghe fredde e sinuose dei pomeriggi.Gli spazi consueti del dentro e del fuori si dilatano fino, non dico a risucchiarmi, ma ad accogliermi.In questi spazi espansi, seppure riconoscibilissimi, io vago un po’ stordito, sperdendo il tempo.Sto in una specie di sonnambulismo vigile, che ...

Vite parallele

Sono una professoressa di storia dell’arte alle medie, ho i capelli corti, non soffro di vertigini e nel tempo libero faccio pole dance, anche se non mi piace dirlo in giro. Si sa poco di me e ciò che manca la gente se lo inventa. Tipo che mio marito mi ...
Rubriche
Instagram
Instagram did not return a 200.
Seguici