Bipede a quattro mani [22] di Raffaele Rutigliano

© artwork by R.Rutigliano

LODI LODI COLLODI

Lodi lodi Collodi, sfascia corone, stacanovisti, carte bianche per sfollati, paesi di trincea, tinderiani mezzi koala col cazzo dritto, rane storpie, e lì mi fermo. Su tinder si scopa come nel mare, nel mare ci sono i pesci morti. Nel mare c’è lo spazio, nel mare non c’è più nessuno.

Se non muori non esisti, se non esisti non puoi morire, se sì due volte e sei il messia, redento con ortodontica panoramica su una Palermo rosalica. Svastike imperfette col viva Salvini e si salvi chi si salva, chi può lo faccia per non tardare il compleanno in seno al fischio d’inizio, che se il treno non passa non è colpa del macchinista ma del ritardo accumulato sulla Fiumicino- Muratella, I work at Muratella, I live in basso Lazio, bugia, il capo vive nel basso ventre di balena, ammmiraglia e non dà ordini, non si piega se non senza schizzi sui muri, balenotteri indefessi e convinti di apparire a luce spenta per mpm brillare di luce propria, ovvero per via di una vernice fosforescente che non detiene diritti illuminanti.

Che la si faccia in dua la vita la si lavora prima di un sinistro, certo, perché prima o poi capita pure a te, e ti rechi dall’avvocato per combinare l’impiccio, ma l’avvocato ti manda dicendo che queste cose non le fa, ma poi chiedi aiuto e l’altro capitano non sente, perché sta ostricando a Gallipolli bevendo un Negro d’Avola.

Io ci credo nei miracoli, perché sotto Ponzio Pilato, non c’era il pilotto, c’era solo un dio che invisibile dava la caccia a tutti. “Convertiti”, diceva, che se non lo fai ti faccio impalare come un verme, ché poi i vermi non si impalano ma l’uomo verme sì, si autopunisce dei peccati per assolvere il nome, defunto sì, ora, ma sempre per finta, perché non è stupido, fa finta di essere stupido per dire a tutti che il concetto principale è sempre lo stesso, che chi crede in sé fa per tre, uno e trino.

Io mi regolo sempre sui cucchiaini, se tre o due, di più non reggo. Non me bastano i giorni e le ore, mica bruscoli, ma il giocare coi sassi, coi tappi, quello sì mi manca.

Sento sempre anche se fingo d’essere sordo, perché chi non ascolta è bugiardo, nega per non dire, per non esser fatto uomo sotto vostra interferenza.

Non ho ancora settant’anni, voglio arrivare a settantacinque che rivoglio l’anonimato, impossibile a vedersi figuriamoci a desiderarlo.

E finisco con il leggere di mongolfiere, nuclei in copertina, cellule bulimiche e tutto ciò che non è più un solo e unico orso vero.

Ora sono davvero stanco perché per creare devi essere simile al quadro sopra riportato (una tipica giornata da antiqualcosa), perché domani Paul is alive e sta andando in qualche posto con indosso qualcosa di diverso, di nuovo. ASAP con amour.

Viva Verdi.

© Raffaele Rutigliano, 2018

Leave a Comment.

Rubriche
Instagram
  • Letizia Vicidomini racconta del suo ultimo romanzo a Sdiario
  • Intervista a Roberto Catania

Provate a immaginare più di millequattrocento disegni che scivolano su un tappeto sonoro di gran classe, tessuto di Andrea Martignoni, e tanta, sconfinata poesia. Provate a immaginare il sogno che si veste di forme e di colori che portano addosso la memoria della carta. Non è semplice, serve un grande lavoro di fantasia. Oppure bisogna avere la fortuna di trovarsi alla proiezione di… [ potete leggere il resto su #sdiario ]
https://sdiario.com/intervista-a-roberto-catani-di-alessandro-morbidelli/
.
.
.
#intervista #artista #alessandromorbidelli #scrittore #cortoanimato #disegni #drawing #sitoweb #arte
  • "Come perla Come perla mi lascio inanellare dal fragile filo dei baratti con il tempo scorro al ritmo delle mie sorelle fino al nodo non mi oppongo al corso che mi è dato dove il prima e il dopo solo io conosco sbiadisco in fila indiana nel silenzio prigioniera di un bagliore incatenato." Scelgo le parole di Sabrina de Canio per presentarla: “Quello che ci affascina delle onde del mare non sono la maestria, la tecnica, la fisica dell’onda ma il suo miracoloso compiersi.
#intervista di @missneghi  su @sdiariosviaggiatori (Continua su
https://sdiario.com/intervista-a-sabrina-de-canio-di-anna-martinenghi-1-2/ )
.
.
.
#sdiario #annamartinenghi #poesia #poetessa #scrittrice #sitoweb #sabrinadecanio #parole
  • Ha scritto Nelson Mandela: “L’istruzione e la formazione sono le armi più potenti per cambiare il mondo”.
Oggi #sdiario ospita il racconto del viandante Lino Di Gianni, da anni impegnato nell'insegnamento della lingua italiana agli stranieri.
Perché migrante faccia rima con accoglienza e integrazione.

#raccontiitaliani
#migranti
#integrazione
#linodigianni 
#uguaglianza #scuola #accoglienza #nelsonmandela #sitoweb #blogger #bloggeritalia #insegnanti
  • ...chiunque può entrare e prende fino a 3 libri per visita, lasciando una offerta libera come forma di pagamento
.
.
.
#libridaleggere #roma #civilta #cultura #instabook #libreria
  • @katiacolica_ vince #raccontinellarete e dal suo #racconto verrà realizzato un #corto 
#sdiario prova #orgoglio per una delle sue #sviaggiatrici storiche .
E per la #menzionespeciale ad @azanca1317 e per il #terzoposto al #premiobukowski di @annamartinenghi .
.
.
#katiacolica #annamartinenghi #antonellazanca #scrittriciitaliane #raccontiitaliani #poesie #sitoweb #leggere #scrivere
  • @sytamni su #sdiario con un #racconto dalla Trilogia della città di R.
.
.
.
#raccontiitaliani #raccontobreve #raffaelerutigliano #scrivere #leggere #sitoweb
  • #specialguest su #sdiario Novella Limite, #registateatrale intervistata da @vivianagabrini .
.
.
.
#storieoltreilcancello #follia #readingteatrale #manicomiodivoghera
Seguici